Perché aggiornare PHP 7 per aumentare le performance di WordPress?

| Web Performance

Perché aggiornare PHP 7 per aumentare le performance di WordPress?

I problemi relativi alle prestazioni di un sito web non sono mai divertenti: i tuoi contenuti meritano un sito performante, veloce ed efficiente. Per ottenere questo risultato è spesso necessario ricorrere agli aggiornamenti e, infatti, oggi te ne consiglio uno in particolare: l’ultima versione di PHP 7.

Tranquillo, so che molti utenti, nonostante gestiscano il proprio sito WordPress in maniera discreta, non sanno cosa sia PHP. Ecco il perché di questo articolo: ti spiegherò cosa sia PHP, perché è importante per il tuo sito avere l’ultima versione aggiornata e come fare l’aggiornamento. Sei pronto?

PHP, cos’è e perché è importante

PHP, acronimo di “PHP: Hypertext  Preprocessor”, è un linguaggio di scripting con il quale è scritto WordPress. Quando un utente decide di navigare nel tuo sito, il server esegue il codice PHP, combinando l’ HTML e il CSS per restituirlo al visitatore.

Inizialmente pensato per la programmazione di pagine web dinamiche, come riportato da Kinsta, PHP è utilizzato dal 79,0% di tutti i siti web di cui è noto il linguaggio di programmazione lato server.

Nonostante l’altissima percentuale di utilizzo, PHP viene spesso considerato un qualcosa per nerd o per i soli addetti ai lavori, ignorando così quanto sia importante avvalersi della versione aggiornata.

Questo è uno dei motivi per cui la percentuale di siti che ancora utilizza versioni di PHP non aggiornate è tutt’altro che scarsa.

Versioni PHP WordPress Stats

Versioni PHP WordPress (gennaio 2020)

Prendiamo i siti web che sono stati sviluppati in WordPress. Circa il 34% di essi utilizzano la versione di PHP 5.

Inoltre, se si sommano gli utenti che hanno installato le versioni non più supportate di PHP 7, risulta chiaro come la maggioranza dei siti continui ad adoperare versioni precedenti all’ultima e quindi non aggiornate.

I dati ufficiali di WordPress Stats, al momento in cui scrivo, incrociati con il grafico sottostante, lo esplicitano ancora meglio: ben l’85% di tutti i siti web WordPress utilizzano versioni non supportate di PHP. Solo il 15% ha installato PHP 7.3, e meno dell’1% PHP 7.4 cioè l’ultima versione.

Versioni PHP supportate da WordPress

Versioni PHP supportate (origine immagine: Supported Versions)

Tuttavia, esattamente come WordPress, i vari temi ed i plugin  necessitano di essere aggiornati alla loro ultima versione per garantire un funzionamento ottimale, così allo stesso modo, anche PHP deve essere aggiornato per migliorare le sue prestazioni, tra cui velocità e sicurezza del tuo sito web.

Quale versione di PHP stai utilizzando?

Ora che conosci qual’è l’ultima versione di PHP disponibile puoi verificare se possiedi già la versione aggiornata. Se non sai come fare, sappi che puoi  verificarlo immediatamente utilizzando un tool come Pingdom.

verificare versione php con pingdom

Il primo header di richiesta HTTP mostrerà la versione di PHP utilizzata  in corrispondenza all’intestazione  X-Powered-By .

In alternativa a Pingdom, un altro strumento per chiarire ogni dubbio è Google Chrome Devtools oppure accedere alla sezione “Salute del sito” (Site Health) presente nel backend di WordPress e cliccare sulla voce “server”. A te la scelta!

PHP 7 vs PHP5: in WordPress la velocità quasi triplica

PHP7 è capace di elaborare più del doppio del numero di richieste al secondo confrontato con PHP 5.6, una bella differenza, non trovi?

Questo, infatti, è stato definito come l’anno di PHP, grazie ai risultati che sono stati ottenuti durante i test effettuati. Kinsta condivide i benchmark dopo aver testato ben 24 piattaforme/configurazioni utilizzando l’ultima versione di ognuna.

Una delle prime piattaforme che è stata provata è proprio quella di WordPress, il sito è stato analizzato per un minuto con 15 utenti simultanei con il tema Twenty Nineteen (1.0).

Ecco i risultati di Benchmark di PHP ottenuti su un sito WordPress aggiornato alla versione 5.0:

  • PHP 5.6: 91,64 ric/sec
  • PHP 7.0: 206,71 ric/sec
  • PHP 7.1: 210,98 ric/sec
  • PHP 7.2: 229,18 ric/sec
  • PHP 7.3: 253,20 ric/sec
WordPress 5.0 PHP benchmarks - Kinsta

I dati parlano chiaro: PHP 7.3 è  il vincitore, essendo più veloce di PHP 7.2. E, messi a confronto, PHP 7.3 con PHP 5.6, si evince che PHP 7.3 possa gestire quasi tre volte il numero di richieste al secondo!

Da leggere: come velocizzare un sito WordPress lento

Controlla la compatibilità di PHP con temi e plugin

Oltre ai vantaggi di velocità e sicurezza, ti ricordo anche che non tutti i temi ed i plugin supporteranno le versioni obsolete di PHP. Proprio così, per la gioia degli sviluppatori, se hai installato Wordpress 5.1 “Betty”, non solo vedrai un invito ad effettuare l’aggiornamento di PHP, ma noterai che sono presenti dei controlli forzati di compatibilità PHP per quando si installerà un nuovo tema o plugin.

wordpress errore aggiornamento php

Se precedentemente gli sviluppatori potevano impostare la versione minima richiesta di PHP come commento nell’intestazione, ora sarà visibile unicamente la versione minima di PHP che lo sviluppatore supporta.

Quindi, cosa succede se utilizzi WordPress 5.1 e provi ad installare un nuovo tema o plugin da WordPress.org  in cui lo sviluppatore richiede una versione minima di PHP superiore alla tua? Semplice, leggerai il seguente messaggio: “Questo plugin non funziona con la tua versione di PHP. Leggi di più sull’aggiornamento di PHP”.

Esatto, come avrai intuito, non potrai scaricare il plugin, senza effettuare prima l’upgrade di PHP. Ti ho convinto ad aggiornare PHP? Benissimo, Allora vediamo insieme come procedere!

Come aggiornare PHP7 per WordPress

Arrivato fin qui, ora sei pronto ad installare l’ultima versione di PHP. Se il tuo sito è ospitato da un host efficiente, come Siteground, il procedimento sarà facile e veloce da eseguire.

All’interno della dashboard dovresti vedere un’opzione che ti permetta di passare a PHP7. Comunque è meglio procedere per singoli step, dato che aggiornando PHP si potrebbero interrompere momentaneamente alcune funzioni del sito.

Un passaggio cruciale, come hai letto sopra, è la verifica della compatibilità di PHP 7 con temi e plugin che hai installato nel tuo sito: per farlo puoi installare il plugin SG Optimizer che permette di controllare la compatibilità PHP.

ALT! Non dimenticare il backup

Bene, hai effettuato le tue prove, verificato le dovute compatibilità, sembrerebbe tutto pronto per l’aggiornamento a PHP 7, ma…ALT! Fermati un attimo e ricorda di eseguire un backup completo così da conservare la copia più recente del tuo sito con i rispettivi file e dati, da ripristinare in qualsiasi momento.

Fatto ciò, è il momento di effettuare l’upgrade a PHP7!

Esegui PHP sul tuo sito

Finalmente eccoti arrivato all’ultimo step: hai aggiornato PHP all’ultima versione e ora hai a disposizione PHP7 sul tuo sito con tutti i suoi vantaggi. Ora dovresti eseguire un test finale per assicurarti che tutto funzioni come dovrebbe ed il gioco è fatto, puoi goderti il tuo nuovo aggiornamento!

Ho recentemente aggiornato il backend di un sito WordPress di un cliente, passando da php 5.6 a php 7.3. Il risultato? Con un test su GTmetrix il valore di page load è passato da 1.8 a 1.2 secondi.

PHP 7 e WordPress: aumenta la sicurezza

La velocità però non è l’unica componente a subire un netto miglioramento. Pure la sicurezza viene massimizzata grazie a PHP7: quest’ultimo, proprio come WordPress, è gestito dalla sua comunità di sviluppatori. Dato che è molto popolare, è un obiettivo bersagliato dagli hacker, quindi l’ultima versione avrà implementate anche le più recenti correzioni relative sicurezza.

Le versioni precedenti, non ricevendo più nessun aggiornamento, sono sprovviste anche di queste correzioni fondamentali. Per qualsiasi motivo, professionale o personale, tu abbia deciso di creare e gestire un sito web, sono certo che la sicurezza rappresenti una questione da non sottovalutare.

PHP 7 e Performance: novità in arrivo!

I numeri e i dati riportati in questo articolo evidenziano come, dal punto di vista delle performance, soprattutto in termini di velocità, PHP 7.3 non abbia rivali.

Ad ogni modo, non affezionarti troppo a PHP 7.3, perché anche se non tutti i servizi di hosting lo supportano, PHP 7.4 è stato rilasciato ufficialmente il 28 novembre 2019.

Hai ancora dei dubbi riguardo a PHP? Se vuoi essere guidato passo passo nell’effettuare l’aggiornamento e hai intenzione di rendere il tuo sito web ancora più performante, così da raggiungere utenti e possibili clienti in target, schiaccia il bottone qui sotto e iniziamo!

Tag: WordPress

Mirko Ciesco

Mirko Ciesco

Web Performer

Sviluppatore web esperto in web performance. Realizza siti web, ottimizza la SEO tecnica e migliora l’usabilità dei siti internet attraverso la web analytics. Collabora con Studio Samo e tiene corsi di web design in Novel Academy a Torino.