Google Data Studio, cos’è e a cosa serve questo tool

Web Analytics

Google Data Studio, cos’è e a cosa serve questo tool

Google Data Studio è uno strumento pensato per semplificare la rappresentazione dei dati attraverso la realizzazione di dashboard dinamiche per la tua reportistica. Questo tool fa parte della piattaforma Marketing Platform di Mountain View, una raccolta di utility pensata per ottimizzare il proprio sito web sotto ogni punto di vista. Qui, infatti, trovi Google Analytics, Search Console e Google Optimize.

Sono realtà imprescindibili per ottenere il massimo dalla tua presenza online, ma quando si parla di rappresentazione dei numeri e data storytelling non si può ignorare la qualità di questo strumento.

Vale a dire di Google Data Studio, fedele alleato di ogni web performer che si rispetti e compagno di ventura per ogni web analyst. Vogliamo approfondire? Ecco una presentazione chiara delle funzioni e dei vantaggi per chi decide di utilizzare sul serio questo tool per creare dashboard e report avanzati.

Cos’è Google Data Studio, definizione

Google Data Studio è uno strumento di visualizzazione e presentazione di report personalizzati che permette di individuare delle fonti da cui attingere per creare delle dashboard personalizzabili. La versione beta viene presentata nel 2016 ma solo il 21 settembre 2018 questo software è stato rilasciato.

Il vantaggio essenziale, e la principale differenza tra questo tool e qualsiasi altro strumento per gestire report, è la possibilità di sfruttare dei connettori per ottenere dei flussi di dati che partono da tool differenti e confluiscono in una documentazione personalizzata e capace di aggiornarsi in automatico.

Da leggere: come migliorare l’esperienza dell’utente

Come accedere a Google Data Studio

Per iniziare a lavorare con questo tool basta cliccare sul link ufficiale datastudio.google.com. Qui trovi la dashboard iniziale che ti permettere di muovere i primi passi in questa realtà capace di semplificare la reportistica. Che si basa su due principi fondamentali: la scelta di un rapporto e la definizione delle fonti. Ricorda che Google Data Studio è gratuito, puoi accedere facilmente senza alcun impegno.

Quali sono i vantaggi di questo tool?

Oltre alla sua natura gratuita, Google Data Studio rappresenta uno standard per la generazione di documenti di report e sintesi per la verifica degli obiettivi raggiunti grazie a tre caratteristiche.

Automatizzazione degli aggiornamenti

La comodità: con i connettori dati puoi implementare gli aggiornamenti dei numeri in automatico. Modifichi i widget e le voci da presentare nella dashboard e puoi creare report sempre aggiornati.

connettori dashboard search console

Ma anche dinamici. Uno dei punti di forza per migliorare l’analisi dei numeri – e le relative azioni da mettere in pratica per sfruttare i dati – è la possibilità di definire in modo chiaro e semplice la fonte dei valori e l’intervallo di tempo. Per far emergere i numeri che servono rispetto ai KPI utili.

Dashboard sempre personalizzate

Ecco un aspetto fondamentale, direi decisivo, per spingere un professionista dell’analisi dati o web performance a usare questo strumento. Qui puoi realizzare delle dashboard personalizzate, create su misura per la realtà che stai affrontando. I numeri sono alla base di un lavoro empirico.

Questo è il perno di un’ottimizzazione che non si improvvisa. Ma che si basa su un approccio data drive: avere un pannello di controllo pensato per il singolo progetto, aggiornato in real time, è il punto di partenza per capire come e perché ottimizzare un determinato aspetto della strategia generale.

Semplicità di uso e lettura

Un grande benefit di questa utility per appassionati e professionisti del monitoraggio KPI: basta un attimo per iniziare. Il meccanismo d’uso è semplice, immediato. E puoi fare un ottimo lavoro di data blending (fusione) accorpando fonti differenti che provengono anche da realtà distanti.

Inoltre la condivisione dei report è semplice, puoi permettere a collaboratori e clienti di accedere in totale indipendenza definendo ruoli e permessi per avere tutto sotto controllo.

Come funziona Google Data Studio?

Google Data Studio si basa su uno snodo chiave: trasformare l’arte della data visualization in un passaggio alla portata di tutti. Non è difficile usare questo strumento e i template da utilizzare sono veramente tanti. I primi li trovi nella home page, insieme a un rapporto di default vuoto.

google data studio analisi kpi
Template di Google Data Studio.

Per iniziare a lavorare con questo tool fondamentale nei settori della SEO, dell’advertising e del search engine marketing in generale – soprattutto quando si parla di grandi progetti, portali ed ecommerce – devi accedere all’indirizzo ufficiale e iniziare a impostare le fonti di ingresso dati da internet.

Crea un nuovo progetto

Il primo passo per iniziare la tua avventura su Google Data Studio: vai nella home page e scegli l’opzione creare rapporti grazie a un cruscotto personalizzato. Che sintetizza una serie di parametri che puoi personalizzare decidendo quale fonte dati utilizzare per ottenere le informazioni utili.

Quali sono le fonti dei dati?

Google Data Studio permette di creare le rappresentazioni con l’inserimento dei valori. Che può essere un passaggio semplice e automatizzato grazie ai connettori.

Vale a dire delle fonti che possono essere di natura differente, legate o meno a Mountain View: Google Connector, Partner Connector e Open Source Connector. Ricorda che puoi usare di fonte dei dati nello stesso rapporto con dimensioni, metriche e parametri. Ecco la lista dei connettori fondamentali:

  • Cloud SQL.
  • DoubleClick.
  • Campaign Manager.
  • Cloud Spanner.
  • Google Analytics.
  • Google Ads.
  • Attribution 360.
  • BigQuery.
  • Cloud SQL for My SQL.
  • Fogli Google.
  • Search Console.
  • Google BigQuery.
  • You Tube Analytics.
  • MySQL.
  • PostgreSQL.

La lista non finisce qui. Puoi integrare anche fonti differenti come quelle dei principali social network e di specifici SEO tool come ad esempio Semrush e Seozoom. Senza dimenticare che esiste una soluzione specifica per la Search Console. Così ogni report dell’analisi SEO diventa facile.

Scegli template e grafici

Una delle grandi comodità di Google Data Studio: la possibilità di personalizzare l’estetica del report con una dashboard pensata su misura. Come, ad esempio, il template per sintetizzare i parametri di un canale YouTube dove puoi individuare e riunire tutti i numeri relativi all’account.

google data studio template youtube

Altri due template particolarmente amati da chi lavora ogni giorno con il web marketing e l’analisi dei dati per creare la reportistica: quello dedicato alla Search Console, fondamentale per far notare le evoluzioni in chiave SEO, e il modello specifico per riassumere l’attività di Google Analytics.

modelli data studio per google analytics

Come rinunciare, infine, al cruscotto per sintetizzare i dati di Google Ads? In più, hai a disposizione una serie di widget, testi formattati e moduli da attivare per migliorare ancora di più la presentazione di questo cruscotto. Ad esempio puoi aggiungere il modulo Google Map, un grafico a torta o a barre per esprimere al meglio le tue necessità. E, ovviamente, i tuoi dati utili allo scopo finale.

Condividi il lavoro

Vuoi dare un feedback concreto ai tuoi clienti o ad altre persone del team? Condividi un rapporto con pochi click grazie alle funzioni di Google Data Studio che si trovano nei comandi in alto a destra.

condivisione report dashboard

Qui puoi inserire le email dei contatti che ti interessano e decidere se vuoi che sia una visualizzazione di sola lettura o con la possibilità di effettuare interventi. Aspetto interessante: c’è massima interazione con Google Drive, tool indispensabile per collaborazioni online sempre efficaci.

Altro aspetto da non dimenticare: le dashboard di Google Data Studio possono essere pubbliche, condivisibili con un link, ed embeddate in una pagina web con iframe HTML.

Da leggere: tecniche di problem solving per l’analisi dati

Vuoi sfruttare Google Data Studio?

La possibilità di personalizzare la dashboard dati è un nodo centrale per migliorare il lavoro di ottimizzazione, per implementare quel ciclo di deming continuo che ti porta a migliorare il sito web.

Google Data Studio è un ottimo strumento che uso per creare report e dashboard personalizzate per i miei clienti. Vuoi maggiori informazioni sul mio lavoro di analisi e presentazione dei dati?

Tag: Strumenti per il web

Mirko Ciesco

Mirko Ciesco

Web Performer

Sviluppatore web esperto in web performance. Ottimizzo la SEO tecnica e miglioro l’usabilità dei siti internet attraverso la web analytics. Collaboro con Startup e aziende e tengo corsi personalizzati in tutta Italia.